News
Home » News » lettura News
Waiting for XTERRA Lake Garda 2018 - Check OK!
#GARDA
xterra prova garda
27-04-2018.

 

Mercoledì 25 Aprile a Toscolano Maderno si è tenuta la prova ufficiale del percorso XTERRA Lake Garda. Un successo con oltre 60 atleti partecipanti che confermano le grandi aspettative per la gara del 27 maggio.

 

Questi i commenti di 2 atleti che hanno preso parte alla prova e del direttore di gara Marco Zoppi:

 

« Xterra Toscolano, definirei il percorso bike duro, tecnico, divertente, che richiede doti da xcountrysta e fondista, i primi km su pendenze considerevoli richiedono uno sforzo  notevole, la distanza fra l'uscita dall'acqua e la salita sono ravvicinatissimi, è da gestire, così come le 2 salite che alla fine saranno 4, attenzione alla seconda, davvero dispendiosa. In discesa occorre saper guidare, rapporti agili, gomme poco gonfie utili nei fondi con pietrame smosso. Credo sia una delle frazioni mtb più brutali che ho affrontato.


La corsa trail è simile ma alla fine è peggio, salita iniziale brutale, non fatevi ingannare dall'asfalto che presto finisce e dopo si rimpiangera', il trail prosegue in falsopiano su single track e anche un poco fuoripista in tipico stile Xterra selvaggio, le discese sono ripide con fondo molto instabile, meglio una scarpa trail artigliata e molto stabilizzante, poi ci sarà l'ultima salita sterrata da affrontare camminando a grandi falcate per salire velocemente e nella maniera più economica possibile, arrivati in cima si scende a tutta prima sentiero tecnico poi via via Stradelli che richiedono velocità e lucidità... nel limite del possibile.


Ritengo che la gara presenti percorsi unici nel suo genere, duri e tecnici che richiedono abilità e potenza. Sicuramente una gara che offre contenuti tecnici senza precedenti. » - Samuele Peroni 

 

 

« Dal primo filmato visto su una gara XTerra, mi sono ripromesso di volerne affrontare una prima o poi,  mai avrei pensato che proprio la mia nuova squadra, sarebbe stata punto di riferimento del comitato organizzatore di questa prima edizione “Garda Italy 2018".

Non potevo non iscrivermi e quindi ecco che ieri, ad un mese di distanza dell'evento mi sono cimentato nella prova ufficiale dei percorsi MTB e RUN.

Eravamo un bel gruppo di circa cinquanta triatleti, affiancati dagli esperti del percorso, tutti impazienti di avere un assaggio di quello che dovremo affrontare in gara.

Le mie impressioni sulla prova di ieri mi portano a pensare che essere finisher in una gara come questa sono l'ottima motivazione per allenarsi seriamente perché ogni passaggio del percorso BIKE non lascia il tempo di rilassarsi, per quanto impegnativo sia fisicamente che tecnicamente.

Il percorso è tracciato benissimo, si snoda su un anello con viste spettacolari sulle vallate e soprattutto sul bellissimo Lago di Garda. Altro passaggio fondamentale per me è stato quello vicino al "Museo della Carta" che segna il punto dove bisogna stringere nuovamente i denti per salire fino alla frazione di Gaino, dove si inizia a scendere attraverso alcuni passaggi molto tecnici che conducono verso il lago.

Anche il percorso RUN si è rivelato molto impegnativo ma la vista sul paesaggio circostante è stata talmente coinvolgente da riuscire a farti andare avanti, nonostante i muscoli delle gambe sembrassero voler esplodere da un momento all'altro. Ho molto apprezzato il passaggio sul ponte che passa attraverso la forra, perché in ombra e refrigerata dal corso d'acqua sottostante, ma ero ancora ignaro della salita interminabile che alcuni hanno allegramente nominato "La Morte Nera". Superata questa prova, mi sono trovato a correre in discesa su un sentiero roccioso che porta nuovamente verso il Museo, da dove il percorso spiana consentendo di correre con le ultime energie rimaste, fino a quella che il 26 maggio 2018 dovrebbe essere la tanto ambita Finish Line! » - Ivan Frusconi

 

« Siamo molto soddisfatti della riuscita della prova e per la grande partecipazione con oltre 60 atleti, sicuramente il clima è stato dalla nostra parte permettendoci di apprezzare a pieno gli scenari mozzafiato che il percorso offre. I tracciati sono stati apprezzati da tutti, con quello bike che si conferma a detta dei presenti una prova durissima e colloca la gara di Toscolano Maderno insieme a quella di Scanno tra i circuiti più impegnativi d’Europa. In paese si respira aria di XTERRA e siamo pronti ad accogliere la prima edizione di questa importante competizione internazionale. Un ultimo consiglio che voglio dare agli atleti che sceglieranno o hanno già scelto di partecipare è quello di venire a provare il percorso i giorni prima della gara perchè può far davvero la differenza. » - Marco Zoppi, K3 Triathlon

Condividi

Immagini correlate

© Copyright - X-tribe

Il sito di XTERRA Italy è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A.

Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie dove sono specificate le modalitÓ per configurarli o disatt Ok